WDQ

WDQ

giovedì 20 luglio 2017

I Cambridge in Polonia e Germania 3/5

Royal Tour:
Polonia e Germania
3° giorno


Il terzo giorno della visita di Stato ha visto i Cambridge lasciare la Polonia per atterrare poco dopo in Germania, a Berlino. 





Kate indossava un cappotto azzurro fiordaliso di una delle sue stiliste preferite, Catherine Walker &Co., con un colletto oversize, maniche a tre quarti, una gonna a pieghe e tre bottoni poco sopra la vita. Sotto si intravedeva un abito in pizzo dello stesso tono. Ai piedi aveva le sue immancabili Gianvito Rossi, completava l'abbigliamento una clutch di Jimmy Choo blu con inserti di Swarovski
Il blu fiordaliso è uno dei simboli nazionali della Germania, sempre a dimostrazione dell'accortezza di Kate nei confronti del Paese ospitante.
Sul tono dell'azzurro anche George, Charlotte e William.
Charlotte, come sempre, sembra perfettamente a suo agio, stringe mani e porta mazzi di fiori guardandosi attorno (deliziosa il suo inchino per salutare e ringraziare i dignitari presenti per salutarli in Polonia); a testa china George, sempre molto timido ma comunque adorabile.





William e Kate, dopo aver lasciato i bambini ed essere stati accolti ufficialmente dalla Cancelliera Merkel, con cui hanno pranzato, si sono poi spostati alla Porta di Brandeburgo, una delle attrazioni più famose e iconiche di Berlino. Il monumento neoclassico del XVIII secolo è l'unico cancello storico della città ancora esistente. 
In numerosi vi si erano raccolti per accogliere e salutare i duchi di Cambridge. 








Successivamente, Kate e William hanno visitato il Memoriale dell'Olocausto di Berlino. Il sito  è coperto da 2711 lastre di cemento che contengono i nomi di circa 3 milioni di vittime dell'Olocausto. La coppia reale ha visitato il museo insieme al Direttore, Uwe Neumärker, prima di passeggiare attraverso il memoriale stesso e parlare con uno dei sopravvissuti all'Olocausto, Leon Schwarzbaum.


 
 


Nel pomeriggio, i duchi si sono spostati nel distretto orientale di Marzahn per visitare la Strassenkinder, un'associazione di carità che supporta i giovani svantaggiati, come testimoniato da alcuni ragazzi con cui William e Kate si sono fermati a parlare. 










La coppia ha incontrato, poi, membri della Fondazione Robert Enke. L'Istituito, in memoria del calciatore Robert Enke, portiere della nazionale tedesca morto suicida nel 2009, si occupa dei problemi di salute mentale, in particolare relazionati allo sport.




Successivamente, William e Kate sono stati ospiti del Presidente della Repubblica Federale tedesca Steinmeier al Palazzo Bellevue. 



La sera, William e Kate hanno presenziato ad un altro garden party per il compleanno della Regina nei giardini della residenza dell'Ambasciatore britannico. 
Kate ha indossato un maxi abito rosso di Alexander McQueen che le lasciava le spalle scoperte. L'abito è stato realizzato in Italia, in cotone e chiffon di seta, ed è ispirato dai bellissimi paesaggi e dalla storia folkloristica delle Isole Shetland.
Ai piedi indossava deliziosi sandali Prada e, ad illuminarle il volto (la adoro con i capelli sciolti, la ringiovaniscono tantissimo) orecchini pendenti rossi di Simone Rocha. 
L'abito in sè non mi fa impazzire, ma il rosso le dona ed era splendente.






Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog libero, chiunque può commentare i post al suo interno, purché lo si faccia sempre nel rispetto del prossimo.