WDQ

WDQ

mercoledì 31 maggio 2017

I libri del mese: maggio 2017

I libri del mese

maggio 2017



Accadde una notte d'estate: un libro che profuma di mare e limoni, di sole e creme solari, al punto che sembra quasi di essere lì, nella Sicilia di Rosy, tra le onde del mare, la sabbia sotto i piedi, il sole sulla pelle. Un libro che possiede una delicatezza d'altri tempi, come una carezza delicata. Le avventure di Eva e Massimo portano con sé la dolcezza del primo amore e la solidità di un amore più maturo, irrazionale come solo l'amore sa essere ma al tempo stesso solido. Una roccia nel mare, non una scritta sul bagnasciuga. Aver inserito pezzi di un racconto di Eva o le canzoni dei Dintra ’u Focu sono il valore aggiunto di un'opera prima già da lode.




Tutte le stelle del cielo: dopo aver adorato Tutta la pioggia del cielo ero impaziente di tornare nel Vermont. Angela ci regala un libro delicato, che quasi in punta di piedi ti fa entrare nella vita complicata di Katherine e Kyle e ti accompagna nella loro storia fatta di cadute e seconde possibilità, di ricordi dolorosi e altri dolci e indimenticabili. Una storia viva e vera, che non nasconde nulla della crudezza della vita e che, al tempo stesso, ti infonde un senso di serenità, di possibilità. Bellissima anche la possibilità di rivedere i protagonisti del primo libro della serie, anche se per pochi momenti. Con Kathy e Kyle Angela si conferma essere bravissima a dipingere le emozioni.




L'uomo del terrore: dopo averci tenuto con il fiato sospeso con Contaminati, Erica e Sofia ci portano indietro nel tempo, a quando tutto è iniziato. Dei bambini stanno scomparendo in Russia e Sof'ja, appena entrata nei Servizi Segreti Russi, è determinata a scoprire chi. Con questo breve prequel (che può essere letto dopo o prima Contaminati, poco importa, ciò che è sicuro è che l'uno tira l'altro) le due giovani autrici si dimostrano bravissime nel far empatizzare il lettore non solo con la poliziotta, ma anche con l'uomo del terrore. E se farsi coinvolgere dai "buoni" è facile, farlo con i "mostri" non lo è affatto, quindi plauso a loro, che riescono nell'impresa.



The fate of Tearling: capitolo finale di una trilogia che ho profondamente amato. The fate of Tearling conclude le vicende di Kelsea in una narrazione dal ritmo serrato che alterna passato e presente senza creare confusione, chiarendo i punti rimasti oscuri nei precedenti libri. Sarebbe stato un libro da cinque stelle, se non fosse per il finale. Non l'ho particolarmente apprezzato, nel senso che avrei preferito una soluzione meno "drastica", meno facile. Mi ha lasciato molta amarezza, che non cancella quanto ho amato questa saga, ma che sicuramente non mi permette di esserne del tutto convinta.



Mese di magra, ma mi sono imbarcata nella lettura de Gli eredi della terra di Falcones, di quasi 1000 pagine. Lettura lunga, ma che ne vale la pena.

Nessun commento:

Posta un commento

Questo è un blog libero, chiunque può commentare i post al suo interno, purché lo si faccia sempre nel rispetto del prossimo.